Valori di famiglia, per dialogare col mondo

2019copertina Nel museo Spazio Brazzà del Castello di Brazzà (Moruzzo – Udine) dedicato a Pietro di Brazzà Savorgnan, un albero genealogico svela la profondità della famiglia dell’esploratore friulano: un millennio di generazioni, con una leggendaria discendenza da Severiano di Aquileia, figlio dell’imperatore Settimio Severo. Friulano di radici, romano di nascita e giovinezza, francese di formazione, cosmopolita per vocazione,Pietro-Pierre-Pieri* lega la sua fama universale alle esplorazioni dell’Africa Equatoriale Francese e, soprattutto, al suo atteggiamento di curiosità, rispetto e dialogo verso i popoli e le culture di questo nuovo mondo, alla cui scoperta dà un contributo fondamentale. Nel violento processo di globalizzazione portato dal colonialismo europeo nel XIX secolo, Pietro di Brazzà Savorgnan è una figura in nobile controtendenza: non si “fa strada” col sangue, ma attraverso il confronto e la comprensione. Crede in un’economia per l’uomo, contrasta ogni forma di schiavitù e sfruttamento indiscriminato delle risorse dei territori coloniali, teme la perdita dell’identità e della spiritualità delle popolazioni indigene. Paga il suo umanesimo, a tutt’oggi esemplare e visionario, con l’esaurimento fisico e la morte, lasciando ai posteri un’eredità ancora poco compresa e valorizzata. L’esemplarità della sua biografia si amplifica, poi, nella straordinaria aura della famiglia di origine e di quella allargata, con tante figure che condividono con lui temperamento e valori: coraggio, fortezza, intraprendenza, curiosità, creatività, anticonformismo, opposizione agli autoritarismi e rispetto per la dignità umana, senza distinzioni di razza, genere, estrazione sociale. La storia di Pietro, colta soprattutto nella sua dimensione familiare, offre spunti esemplari per raccontare Brovedani: il rapporto tra locale e globale; l’osmosi tra la linfa delle radici e l’humus del mondo; la forza contaminatrice e la resistenza di sani principi e orientamenti positivi fatti propri, condivisi e trasmessi nel tempo, attraverso le generazioni. In un momento in cui Brovedani, azienda di famiglia, è sempre più Gruppo globale e aumenta le sue ramificazioni planetarie, è importante affrontare questi cambiamenti sapendo assimilare il nuovo, senza smettere di promuovere quei valori di “casa Brovedani” che hanno consentito di creare un “clima” costruttivo e aperto al confronto con gli altri. Pietro che risale il fiume Ogoué nel bacino del Congo è, in fondo, lo stesso bambino che a otto anni affronta una tempesta sul Lago Albano a bordo di una piccola barca a vela costruita con le sue mani. L’esploratore “alternativo” che porta il suo fair play in Africa, deriva la sua gentilezza dalla sua gens, dalle sue origini in Friuli Venezia Giulia, in quella stessa terra dove ha cominciato a fruttificare l’albero Brovedani.   CALENDARIO – ANNO 2019| ITALIANO | DOWNLOAD  CALENDARIO – ANNO 2019| INGLESE | DOWNLOAD  CALENDARIO – ANNO 2019| SLOVACCO | DOWNLOAD CALENDARIO – ANNO 2019| SPAGNOLO | DOWNLOAD

L’IMPRONTA DELL’INNOVAZIONE

Dal tocco del Rinascimento al touch dell’Industria 4.0

Molti parlano di “industria 4.0”. Pochi sanno cosa significhi questa tappa dell’innovazione umana e quali altre rivoluzioni, spesso segnate dal genio italiano, l’abbiano preceduta. Col Rinascimento e la scoperta dell’America, in Occidente l’uomo si pone come unità di misura di un mondo ignoto, da esplorare con una nuova tensione di conoscenza: è una Rivoluzione Culturale che un secolo dopo innescherà la Rivoluzione Scientifica, destinata a generare una discontinuità con il mondo precedente e a creare il metodo e gli strumenti per le successive rivoluzioni industriali. La Rivoluzione 1.0 trasforma l’energia termica del vapore in movimento. La Rivoluzione 2.0 mette in campo l’energia elettrochimica e le produzioni di massa. La  Rivoluzione 3.0 porta l’informatica e l’automazione nei processi.   Calendario Già all’alba del terzo millennio si annuncia la Rivoluzione digitale dell’industria 4.0, fondata su quattro cardini:
  1. l’uso e la condivisione in remoto (cloud), attraverso Internet, di enormi quantità di dati (big data), talora accessibili a tutti (open data);
  2. la potenza di calcolo delle macchine, capaci di analizzare i dati (analytics), imparare dai dati e modificare in modo autonomo i processi (machine learning);
  3. l’interazione uomo-macchina con interfacce “touch” e realtà aumentata;
  4. le nuove modalità di produzione interattiva e interconnessa di beni e servizi (Internet of things), con la manifattura additiva (stampa 3D), i robot collaborativi dotati di sensori e sistemi di visione, i processi machine-to-machine.
Niente sarà come prima: per questo è indispensabile prepararci al cambiamento.

BROVEDANI: UNA FABBRICA 4.0 CONNESSA CON IL FUTURO

“Tutti dovremmo preoccuparci del futuro, perché è là che dobbiamo passare il resto della nostra vita.“ La riflessione dell’inventore e imprenditore americano Charles F. Kettering è più che mai attuale, davanti al bivio digitale imposto dall’industria 4.0. Al netto delle implicazioni filosofiche, etiche e sociali che derivano dalle grandi rivoluzioni scientifiche e tecnologiche, è inevitabile accogliere la sfida di un mondo che si trasforma e lascia ai margini chi non sta al passo. Come sta rispondendo BROVEDANI ai cambiamenti dettati dall’Industria 4.0? Con tante innovazioni di processo, organizzative e di approccio al lavoro, che modificano in modo profondo l’azienda, a tutti i livelli e nelle sue complesse dinamiche internazionali. Il calendario 2018 vuole fare luce sulle principali novità BROVEDANI 4.0 in corso d’opera, con una duplice consapevolezza: la difficoltà di fissare una materia fluida, che si trasforma ogni giorno, e insieme la necessità di essere in questo divenire. La stessa storia di BROVEDANI insegna che solo chi è connesso con il futuro può sopravvivere e crescere nel presente. CALENDARIO – ANNO 2018| ITALIANO | DOWNLOAD CALENDARIO – ANNO 2018| INGLESE | DOWNLOAD CALENDARIO – ANNO 2018| SLOVACCO | DOWNLOAD CALENDARIO – ANNO 2018| SPAGNOLO | DOWNLOAD

Ogni anno, da oltre un ventennio, Brovedani rinnova un “classico” appuntamento con la cultura tecnologica, dedicando il suo calendario a un protagonista della scienza e della tecnica in Italia, e non solo, con incursioni significative nei campi dell’esplorazione e dell’arte: da Archimede ai Ragazzi di Via Panisperna, da Girolamo Cardano a Guglielmo Marconi, da Luigi Galvani a Leonardo da Vinci, per citare solo alcuni dei nomi proposti. Lo spirito di queste monografie è riscoprire un lato poco noto del made in Italy, spesso associato alla sola creatività artistica. Sono così presentati i momenti salienti della vita e dell’opera di grandi personaggi, con una chiave di lettura che offre sempre un parallelo con l’esperienza Brovedani.

http://www.brovedanigroup.com/wp-content/uploads/2017/01/BROVEDANI_CALENDAR_IT.pdf - Adobe Reader DAL PC AL WEB: BYTE DI GENIO ITALIANO

BROVEDANI: quei byte che hanno cambiato la meccanica La sopravvivenza e il futuro di un’azienda industriale dipendono non solo dal suo livello di specializzazione, ma anche dalla capacità di adattare il proprio mondo produttivo a sollecitazioni trasversali e cambiamenti più generali, integrandosi con nuove discipline, cogliendo nuove forme organizzative e nuove dinamiche di mercato. Questa logica ha consentito a BROVEDANI di crescere e superare momenti di crisi pensando oltre la meccanica pura. In un continuo processo di rinnovamento in corso dagli anni Ottanta, le tecnologie informatiche e digitali hanno contribuito a cambiamenti profondi del sistema azienda: nelle sfide d’industrializzazione, nei sistemi di controllo e nell’ingegneria di qualità, nell’organizzazione per processi, nella creazione di un network internazionale di aziende,che condividono informazioni in tempo reale. Domani “plasmare i metalli” con precisioni al decimo di micron, significherà operare nei territori dell’Industria 4.0: smaterializzazione della conoscenza, flusso rapido dei dati, intelligenza artificiale, nuove interazioni uomo-macchina.

ITALIANI: pionieri dell’era informatica e digitale Con l’avvento della tecnologia informatica di massa e la crescita esponenziale d’Internet, l’Italia ha vissuto in questo campo solo brevi exploit di mercato, schiacciata dalle dimensioni di colossi come Stati Uniti d’America, Giappone, Cina. Tuttavia è proprio da Italiani che sono scaturite molte idee rivoluzionarie che ci hanno proiettato in piena Era Digitale: a cominciare dal primo Personal Computer della storia, la P101 prodotta da Olivetti, presentata come prototipo alla Fiera di New York nel 1965, anticipando i successi di player globali come IBM, HP, Apple, Microsoft. Da questa fonte meravigliosa, sgorgata nel fertile terreno di Pisa, hanno attinto nuova linfa altri ricercatori e imprenditori italiani, protagonisti del processo globale di digitalizzazione con le loro idee e invenzioni: dal microchip del vicentino Federico Faggin all’MP3 del torinese Leonardo Chiariglione, dall’Hyper Search del padovano Massimo Marchiori alla piattaforma per “makers” Arduino del monzese Massimo Banzi. A questi pionieri dell’innovazione poco noti, ma il cui contributo creativo è entrato a far parte della nostra quotidianità, BROVEDANI dedica il Calendario 2017, collocando i frutti del loro ingegno sullo sfondo culturale e artistico della loro Italia: segno tangibile che il genio italiano non è confinato in un passato storico, è un seme ancora vivo, che potrà dare ottimi frutti, se saremo consapevoli di questo immenso valore e lo sapremo tutelare e coltivare come ricchezza del nostro Paese.

CALENDARIO 2017 | DOWNLOAD

Calendars CONCEPT, COPYWRITING, GRAPHIC DESIGN | www.primalinea.net – Pordenone

Calendars CONCEPT, COPYWRITING, GRAPHIC DESIGN | www.primalinea.net – Pordenone